Otoplastica: Eliminare le orecchie a sventola

Quando la conca del padiglione auricolare non ha le adeguate curvature, l’angolo formato tra l’orecchio e il cranio è troppo ampio e il padiglione sporge in modo dismorfico, creando le “orecchie a sventola”.

L’ intervento rapido e risolutivo è l’ otoplastica (chiamata anche col sinonimo auricoplastica); questa tecnica chirurgica può essere impiegata per correggere difetti di uno o di entrambi i padiglioni auricolari, rendendoli simmetrici senza segni visibili della correzione chirurgica. L’otoplastica avviene in anestesia locale con sedazione ed è minimamente invasiva, e la ripresa postoperatoria non impedisce le normali attività. L’orecchio raggiunge molto presto le sue dimensioni definitive e, intorno ai 6-8 anni rallenta la crescita in modo tale che già a quest’età è tranquillamente possibile correggere chirurgicamente le orecchie a sventola in modo definitivo.

L’ inestetismo delle orecchie a sventola produce un profondo disagio nei bambini soggetti a questo inestetismo. La ricerca medica e chirurgica concorda sull’ opportunità di operare i pazienti già in età pediatrica perché ciò consente di preservare l’equilibrio psicologico dei piccoli pazienti.

Per approfondire questo argomento Vi consigliamo le seguenti pagine: