Ridurre il seno attraverso la sola liposuzione

Il peso di sostenere un seno molto abbondante non è solo fisico, ma spesso anche di natura psicologica. Come per tutti i distretti corporei, anche per il seno non conta solamente la dimensione come criterio per la bellezza, ma soprattutto l’armonia e la proporzione con le altre unità estetiche.

L’intervento dedicato alla riduzione e al modellamento del seno è propriamente la mastoplastica riduttiva, ma in alcuni casi, è possibile optare per una versione “leggera” di questo intervento, praticando una particolare liposuzione localizzata.

La liposuzione del seno è un’alternativa valida per le pazienti che intendono ricorrere ad una riduzione mammaria contenuta o, ad ogni modo, moderata. Questo perché una consistente asportazione della massa adiposa comporterebbe un cospicuo rilassamento del seno. L’idoneità all’intervento viene chiaramente verificata al momento della visita preliminare e si valuta in base al grado di elasticità cutanea, che dovrà essere adeguato per consentire alla cute di riadattarsi al meglio ai nuovi volumi raggiunti con la liposuzione.

L’intervento è invece sconsigliato nel caso di un’eccessiva riduzione mammaria e di ptosi (rilassamento del seno): in questi due casi si dovrà invece ricorrere alla tradizionale mastoplastica riduttiva e alla mastopessi.

I vantaggi della liposuzione per ridurre il seno

Il recente interesse nei confronti della riduzione mammaria attraverso la sola liposuzione è dovuto alla quantità di benefici che offre tale metodica chirurgica, che possono essere così sintetizzati:

  • Incisioni minime, praticate in punti nascosti
  • Tempi operatori ridotti rispetto alla tradizionale mastoplastica riduttiva
  • Non coinvolgimento della ghiandola mammaria, ma solo della componente adiposa
  • Rapida normalizzazione dei tessuti
  • Precoce ritorno alla quotidianità
  • Trascurabile visibilità delle cicatrici

Liposuzione seno: Tecnica chirurgica

La liposuzione per ridurre il seno viene realizzata in anestesia locale accompagnata da sedazione. L’ingresso della cannula aspiratrice avviene dopo aver praticato una minuscola incisione lungo la periferia del seno, in modo da rendere meno evidenti, a guarigione avvenuta, gli esiti cicatriziali. La quantità di grasso da aspirare viene valutata a priori, nel corso della visita preliminare, tenendo conto di alcuni fattori, come le dimensioni del seno (attuali e quelle da raggiungere), la forma e le caratteristiche tessutali.

Terminata l’aspirazione del grasso in eccesso e praticati idovuti punti di sutura, viene applicato sul seno un bendaggio compressivo da rimuoversi – assieme ai punti – ad una settimana dall’intervento.

La liposuzione del seno – un tempo ritenuta impensabile – si sta diffondendo sempre più, tanto che negli soli Stati Uniti una considerevole percentuale dei circa 90 mila interventi annui di mastoplastica riduttiva è rappresentata proprio dall’intervento di liposuzione per la riduzione del seno. Una metodica – a detta della commissione di chirurgia mammaria dell’ASAPS (American Society for Aesthetic Plastic Surgery) – particolarmente sicura e valida per una selezionata categoria di pazienti, cioè per le donne che desiderano un moderato ridimensionamento del volume del proprio seno.