uomo

La liposuzione eseguita nell’ uomo rimuove gli accumuli adiposi in eccesso e permette di meglio esporre la struttura muscolare sottostante. A volte il grasso può nascondere i risultati ottenuti dalla fatica fatta in palestra.

Le zone di accumulo adiposo tipiche del paziente maschile sono addome, fianchi, pettorali, schiena, collo e viso. La liposuzione maschile per quanto riguarda il corpo è diversa da quella femminile in quanto non tende al modellamento del pannicolo adiposo ma alla sua riduzione massima. Nella donna i glutei sono formati dalla struttura muscolare e da una buona porzione di adipe. La liposuzione dei glutei non deve ridurre al massimo l’adipe presente ma deve cercare di renderlo armonico con il corpo.

Nel maschio quando si tratta la zona addominale l’obiettivo non è quello di lasciare una porzione del pannicolo che renda la pancia gradevole, morbida ed armonica. L’obiettivo è quello di ridurre il più possibile il volume del pannicolo adiposo. Questo obiettivo chirurgico e comune desiderio dei pazienti uomini trova alcuni limiti da considerare. In primo luogo come in tutti gli interventi di liposuzione, il chirurgo estetico potrà aspirare la quantità che l’ elasticità cutanea permette. Se il chirurgo aspira di più del “permesso” il tessuto cutaneo non si riassesterà correttamente rimanendo lasco. Il secondo limite è quello dimensionale. Man mano che il pannicolo adiposo diventa sottile, l’ulteriore aspirazione richiede maggiore abilità tecnica e l’impiego di cannule dal diametro ridotto.

Liposuzione maschile: Il risultato

Bisogna tenere ben presente qual’è il risultato che il paziente può chiedere alla liposuzione. Questo intervento produce una riduzione mirata dell’adiposità localizzata rendendo più snello il profilo corporeo. Ovviamente ciò non migliora la qualità ed il volume dei muscoli sottostanti. Li rende più visibili ma non certamente più allenati. L’effetto “tartaruga” dell’ addome è dato da un pannicolo adiposo sottile con una struttura muscolare forte e in continuo allenamento.

Il risultato della liposuzione è da ritenersi definitivo in quanto la tecnica consiste nell’asportazione (e quindi eliminazione) delle cellule adipose presenti nel pannicolo che contengono il grasso. Non è come il dimagrimento che riduce il grasso contenuto in queste cellule ma senza eliminarle. Il fatto che il risultato della liposuzione sia definitivo dal punto di vista tecnico purtroppo non vuol dire che lo sia anche dal punto di vista estetico. Se il paziente assume una quantità di calorie maggiore di quelle consumate tenderà ad ingrassare. L’accumulo adiposo avverrà secondo la nuova distribuzione corporea di queste cellule specializzate. Ovviamente il paziente che si sottopone alla liposuzione deve essere stimolato a mantenere il risultato attraverso una alimentazione sana e congrua attività fisica.

Liposuzione maschile: La tecnica

La necessità di aspirare una maggiore proporzione di adipe rende particolarmente indicata la liposuzione tumescente. Questa tecnica prevede l’infiltrazione di soluzione fisiologica nella zona interessata all’intervento insieme ad un farmaco vasocostrittore. Il minore apporto temporaneo di sangue permetterà al chirurgo di eseguire la procedura con il criterio sopraindicato eventualmente sostituendo la cannula con una più sottile.

La liposuzione viene eseguita in anestesia locale e sedazione. Il paziente non “assiste” all’intervento grazie appunto al sedativo. Prontamente dopo l’intervento il paziente riprende conoscenza e dopo qualche ora può tornare a casa.

Vedi anche: