La liposuzione è uno dei tre interventi di chirurgia estetica più richiesti al mondo. La tecnica base prevede l’asportazione di una certa quantità di tessuto adiposo inteso come cellule che contengono grasso attraverso una cannula inserita nel pannicolo adiposo grazie a piccole incisioni sulla pelle. L’obiettivo primario della liposuzione è quello di modellare il profilo della zona del corpo interessata all’intervento. Per raggiungere tale obiettivo è necessario che il paziente abbia una adeguata elasticità della pelle in modo da permettere a quest’ultima l’accompagnamento della riduzione di volume.

La conclusione di questa premessa è che la liposuzione offre possibilità di miglioramento della forma del proprio corpo che sono veramente eccezionali ma l’intervento ha precise regole e condizioni. In pratica la liposuzione non è per tutti.

La tecnica di liposuzione più flessibile, efficace e sicura è senza ombra di dubbio quella tumescente. Le caratteristiche di questa specifica procedura sono tali da essere impiegate in tutte le zone del corpo (anche quelle più delicate) e garantire un modellamento di qualità.

Liposuzione foto prima e dopo

Per conoscere i risultati ottenuti ed ottenibili con la liposuzione tumescente è possibile visionare una serie di foto prima e dopo. Tenendo presente che i risultati comunque variano da soggetto a soggetto, le foto possono essere un valido aiuto per il paziente durante la formazione delle aspettative.

Liposuzione: aree del corpo

La liposuzione viene praticata laddove si nota un accumulo adiposo che spezza l’armonia e la linearità del profilo corporeo. Questa pratica è l’ideale quindi per rimodellare alcune zone da cui fisiologicamente è davvero difficile smaltire il grasso.

Per alcune tipologie di persone, i punti critici maggiormente colpiti dai cuscinetti adiposi differiscono da altri. Le zone di accumulo e la disposizione del grasso nel corpo sono geneticamente predeterminati a seconda della morfologia della persona. In generale, possiamo individuare due tipologie di persone, chiamate di conformazione fisica ginoide o androide.

Il primo caso (ginoide) è il più frequente nelle donne, che tendono ad accumulare adipe nel distretto inferiore del corpo, dalla vita in giù (quindi sui fianchi, sulle natiche, sulle cosce, gambe e braccia).

Il tipo androide invece è tipicamente maschile, ma annovera anche una certa percentuale di donne. Per costoro, le zone di accumulo del grasso escludono le gambe, quindi si noteranno cuscinetti adiposi sull’addome, fianchi, torace-seno. Le due conformazioni sono comunemente chiamate “a pera” (ginoide) e “a mela” (androide).

Liposuzione viso collo

Liposuzione viso colloIl viso può presentare accumuli adiposi diffusi su guance, profilo mandibolare, sottomento e collo. Questi influenzano molto negativamente l’aspetto del volto creando un’immagine goffa e paffuta. Questo inestetismo può avere origini genetiche oppure essere legato a problemi d’ obesità.

Il dimagrimento del soggetto normalmente tende a migliorare la condizione. Purtroppo non sempre il paziente è in grado di dimagrire in misura permanente ed adeguata a rimodellare il profilo. Anch’ invecchiamento rende più difficile questo compito in quanto col passare degli anni l’accumulo adiposo su viso e collo sono relativamente più frequenti.

La moderna tecnica di liposuzione, impiegando cannule di diametro ridotto, permettono al chirurgo di buona manualità di rimuovere armonicamente il grasso offrendo al paziente un viso più snello e gradevole. L’immagine del volto assottigliata migliora complessivamente la percezione del soggetto.

Le cicatrici residue della liposuzione al viso e al collo sono praticamente impercettibili. Si tratta di 3 o 4 incisioni di qualche millimetro praticate in zone prevalentemente nascoste del viso (sottomento, dietro il lobo auricolare, nell’angolo esterno mandibolare). Conclusa l’ operazione si effettuerà un unico punto di sutura per incisione e – molto probabilmente – la cicatrice non sarà visibile se non ricercata.

Liposuzione seno

In alcuni casi particolari è possibile ridurre il volume del seno con una semplice liposuzione localizzata. È un’alternativa valida alla mastoplastica riduttiva solo nel caso in cui i tessuti della paziente siano elastici e tonici, tanto da potersi adattare a un volume ridotto del seno senza che si verifichino rilassamenti. È comunque possibile adottare questa tecnica, con cannule particolari e incisioni minime, per aspirare gli antiestetici accumuli sui pilastri ascellari (sopra l’ascella, tra il pettorale e il braccio), evidenti anche in persone di costituzione esile.

Liposuzione seno

Liposuzione torace – ginecomastia

Liposuzione torace - ginecomastia

Tipica caratteristica (temporanea) di una percentuale di ragazzi in età puberale, lo sviluppo anomalo della ghiandola mammaria e la presenza di un seno in apparenza quasi femminile, diventa una condizione permanente che si riscontra in un consistente numero di uomini, ed è la ginecomastia. Se il “seno” è costituito da un accumulo adiposo, la liposuzione del torace è la soluzione semplice e definitiva di questo imbarazzante problema. Nel caso in cui sussista la presenza anche di ipertrofia della ghiandola, l’intervento per l’asportazione è molto semplice (può essere eventualmente ulteriormente ritoccato con una mini-liposuzione, per un effetto di torace più virile e scolpito).

La tecnica operatoria si limita a rimuovere l’eccesso adiposo e ovviamente non modella la struttura muscolare. Il paziente se desidera ottenere un torace dall’aspetto muscoloso dovrà praticare uno sport adeguato allo sviluppo dei muscoli pettorali.

Ginecomastia  | Liposuzione seno maschile

Liposuzione glutei

liposuzione-glutei-homeLa quasi totalità delle persone che richiedono la liposuzione ai glutei sono donne. I glutei per una donna sono esteticamente molto importanti perché rappresentano una delle zone che gli uomini dichiarano di valutare di più quando guardano il gentil sesso. Questa zona carica di simbolismi e sensualità, purtroppo è soggetta nel nostro continente ad essere vittima delle adiposità localizzate. La donna caucasica ha i glutei adiposi a differenza di altre razze.

Nell’ uomo l’ inestetismo degli accumuli di grasso ai glutei è una rarità confinata a soggetti che presentano marcata obesità. Conseguentemente interventi di liposuzione maschile ai glutei sono molto poco frequenti.

Scolpire la zona con la liposuzione significa non solo ridurre l’eccessivo volume, ma soprattutto riportare una certa proporzione tra la parte alta del busto e il bacino. Perciò molto spesso con la liposuzione dei glutei viene praticata anche la liposuzione dei fianchi e della parte inferiore della schiena, in modo da assottigliare il profilo del distretto mediano del corpo. Resta ovviamente valido il presupposto fondamentale perché il soggetto sia ritenuto valido candidato alla liposuzione, ovvero che la pelle sia adeguatamente elastica. In caso contrario, è auspicabile un lifting dei glutei, che rassoda e rimodella profondamente la zona.

Liposuzione dei glutei

La liposuzione rende i glutei belli?
Non sempre! La liposuzione è un intervento per modellare in pannicolo adiposo. La bellezza del corpo è legata allo stesso ma non solo. La struttura muscolare nella realtà è quella che determina la base delle forme. Una buona liposuzione sui glutei su una paziente senza adeguata struttura muscolare non otterrà un risultato eccellente.

Liposuzione addominale

liposuzione-addome-homeL’ addome adiposo è uno degli inestetismi più temuti dagli uomini (insieme alla calvizie che si tratta con il  Trapianto Capelli HSD) e comunque molto sofferto anche dagli uomini. La figura addominale proposta dai media e desiderata da tutti è snella e tonica. Ci sono alcuni dipinti famosi di artisti classici che ritraggono figure dall’ aspetto “morbido” che attualmente sarebbero considerati esteticamente “da ritoccare”. La cultura di ciò che è bello è in continua evoluzione e deve essere anche geograficamente localizzata.  Nel nostro mondo occidentale moderno l’addome presenta una ridottissima quantità di adipe tale da rendere evidente una tonica struttura muscolare. Tale figura è normalmente presente in persone che seguono una attenta alimentazione e un ritmo di attività fisica sostenuto. Il paziente che desidera sottoporsi alla liposuzione dell’ addome deve interrogarsi se il modellamento richiesto non sia ottenibile attraverso l’esercizio fisico e la dieta.

E’ esperienza comune che alcuni pazienti presentano adiposità resistente alla dieta e all’attività sportiva nella zona addominale. Questi sono i soggetti possono accedere alla liposuzione e trarre buon beneficio in termini di miglioramento corporeo e di autostima.

La liposuzione è un intervento elettivo e come tale va eseguito esclusivamente in pazienti con uno stato di salute generale buono. La seconda caratteristica necessaria allo svolgimento della procedura è la presenza di un’adeguata tonicità cutanea pronta ad accompagnare la riduzione del volume adiposo. Infine il candidato dovrà essere portatore di un grado di aspettativa realistico per quanto riguarda il risultato.

La liposuzione di addome e fianchi è, insieme a quella dei glutei e delle gambe, la più praticata. L’effetto di rimodellamento è evidente e rende armoniosi e slanciati i profili della silhouette. Questo tipo di liposuzione è indicato nel caso in cui i cuscinetti adiposi siano particolarmente evidenti e recidivi ad un regime alimentare corretto.

Liposuzione addominale | Liposuzione addome foto

A cosa è dovuta la scelta tra liposuzione addominale e addominoplastica?
Il fattore determinante nella scelta tra i due interventi è la tonicità cutanea. I pazienti con sufficiente tonicità cutanea per assecondare la riduzione di volume prodotta dall’aspirazione del grasso possono sottoporsi alla sola liposuzione addominale. Quelli con scarsa elasticità dovranno invece scegliere l’ addominoplastica.

Liposuzione glutei

Liposuzione gluteiI glutei sono una zona problematica per l’accumulo adiposo soprattutto per le donne. Scolpire la zona con la liposuzione significa non solo ridurre l’eccessivo volume, ma soprattutto riportare una certa proporzione tra la parte alta del busto e il bacino. Perciò molto spesso con la liposuzione dei glutei viene praticata anche la liposuzione dei fianchi e della parte inferiore della schiena, in modo da assottigliare il profilo del distretto mediano del corpo. Resta ovviamente valido il presupposto fondamentale perché il soggetto sia ritenuto valido candidato alla liposuzione, ovvero che la pelle sia adeguatamente elastica. In caso contrario, è auspicabile una torsoplastica, o lifting dei glutei, che rassoda e rimodella profondamente la zona.

Liposuzione glutei

Altre zone

Liposuzione cosce

Liposuzione ginocchia e caviglie

Liposuzione braccia

Liposuzione solo dopo la fine dello sviluppo

La liposuzione è sconsigliata ai pazienti minorenni per diverse ragioni. In primo luogo è opportuno aspettare il completamento dello sviluppo del corpo in quanto solo allora si potrà verificare con certezza l’eventuale necessità dell’intervento. La crescita comporta l’allungamento dei profili e spesso la naturale riduzione degli accumuli adiposi.

In secondo luogo, essendo la liposuzione comunque un intervento chirurgico, è fondamentale che il paziente sia maturo e consapevole. Il desiderio di migliorare la propria immagine deve essere meditato e non frutto di un momento d’entusiasmo o d’impulso.

Infine va ricordato che la liposuzione non è un’alternativa alla dieta e all’attività sportiva. Il paziente minorenne deve cercare di risolvere l’inestetismo praticando sport, riducendo le calorie assunte e – in generale – seguendo sane abitudini di vita.

Liposuzione e perdita di peso

La liposuzione moderna riesce ad aspirare fino a 5 litri di adipe localizzata ma rimane comunque un sistema per modellare il corpo e assolutamente no per perdere peso. Il candidato alla liposuzione dovrebbe avvicinarsi all’ intervento con il peso corporeo il più vicino possibile al “peso forma”.

La struttura adiposa che determina la forma del corpo acquisisce volumi e profili diversi a seconda del peso del paziente. Il modellamento eseguito dal chirurgo certamente non potrà essere ottimale se l’operando è in sovrappeso.

Liposuzione obesità

Liposuzione: Tecniche chirurgiche

Il principio della liposuzione è semplice da intuire. La liposuzione è una tecnica chirurgica che modella il contorno del corpo rimuovendo l’eccesso di grasso da depositi localizzati tra la pelle e il muscolo. La liposuzione viene praticata per mezzo di un sottile tubicino in acciaio, la cosiddetta cannula, che è collegata ad una pompa che svolge una potente suzione, ed inserita nello strato adiposo attraverso piccole incisioni sulla pelle. La rimozione del grasso ad opera della cannula forma una sorta di piccoli “tunnel” attraverso gli strati adiposi. Dopo la chirurgia, i tessuti si normalizzano e uniformano, migliorando così il profilo del corpo e livellandone i contorni.

La liposuzione è l’intervento di chirurgia estetica che probabilmente vanta il maggior numero di sinonimi. Viene infatti spesso appellata come liposcultura o lipoaspirazione, termini impiegati a volte per indicare la maggiore o minore profondità d’azione della cannula, oppure per intendere la commistione della tecnica aspiratoria con la tecnica infiltrativa (lipofilling) che regala un rimodellamento plastico d’effetto eliminando i cuscinetti adiposi inestetici e riempiendo volumi svuotati con lo stesso grasso vitale prelevato. In sostanza, tutte le procedure di rimodellamento del pannicolo adiposo tramite la suzione adoperata da una cannula rientrano nel vasto insieme della liposuzione.

LA LIPOSUZIONE SECCA (o liposuzione tradizionale) 
Questa tecnica è denominata comunemente come “secca”, perché prevede l’aspirazione diretta del pannicolo adiposo senza un precedente trattamento dello stesso (in netta opposizione quindi alla liposuzione tumescente). È il tipo più tradizionale di liposuzione, tuttavia la procedura mostra lacune: la quantità di grasso aspirabile è ridotta e il sanguinamento abbondante (con la conseguente presenza di liquidi ematici e linfatici nell’aspirato).

LA LIPOSUZIONE TUMESCENTE
La liposuzione tumescente è diventata negli anni la più praticata e sicura, tanto da diventare sinonimo di liposuzione per antonomasia. Le ragioni di tanto successo sono legate all’accorgimento di preparazione del pannicolo adiposo prima dell’aspirazione vera e propria e dopo la pratica dell’anestesia. In parole povere, lo strato di grasso viene fortemente imbibito di una massiccia quantità di soluzione salina, anestetico e vasocostrittori. Questo consente non solo di evitare i disagi classici della liposuzione secca (perdita di sangue e liquidi), ma anche una maggiore scorrevolezza della cannula (e quindi maggiore precisione e qualità del risultato estetico) e l’aspirazione, in sicurezza, di una massiccia quantità di adipe. Inoltre, l’azione dell’anestetico locale infiltrato persiste anche dopo l’intervento con azione analgesica e la quantità di soluzione infiltrata fa sì che il corpo non risenta della perdita di liquidi. Il successo di tale metodica è comunque in gran parte legato all’esperienza dello specialista che deve avere dimestichezza e ottima manualità per una resa estetica ottimale.

WET LIPO LIFT
Di concezione innovativa, questa tecnica di rimodellamento corporeo ha come base la liposuzione tumescente, ma lo scopo non è la semplice riduzione del volume di alcune aree, ma piuttosto il trattare in modo efficace e diretto i segni visibili della cellulite. Infatti la cellulite è una patologia determinata dall’alterazione ed infiammazione dell’ipoderma e del pannicolo adiposo e la liposuzione migliora l’aspetto cutaneo solo marginalmente. Il dottor Carlo Alberto Pallaoro, noto specialista in chirurgia plastica-estetica ha perciò messo a punto una procedura chirurgica che, ai benefici estetici della liposuzione tumescente, abbina il potere terapeutico di alcuni farmaci in grado di rendere più uniforme e compatta la pelle a buccia d’arancia. Il trattamento clinico-chirurgico della cellulite è reso possibile dalla particolare cannula impiegata nella procedura di Wet Lipo Lift. All’interno della cannula aspiratrice ne è contenuta una seconda, deputata all’erogazione di una soluzione farmacologia. Perciò con lo stesso gesto chirurgico, è possibile contemporaneamente eliminare i depositi adiposi inestetici e trattare le dismorfie tipiche della cellulite, come la pelle a materasso o a buccia d’arancia. L’esito estetico è il rimodellamento volumetrico e sostanziale del pannicolo adiposo.

LA LIPOSUZIONE AD ULTRASUONI
Anche questa tecnica è largamente diffusa. La principale differenza sta nel tipo di cannula impiegato, che emette ultrasuoni in grado di sciogliere gli adipociti per poi aspirarli. Se da un lato la procedura è velocizzata, è pure concreto il rischio di creare avvallamenti (per la scarsa precisione d’azione) e ustioni cutanee.